Green Generation

Sviluppo Sostenibile

Un impegno concreto per un futuro migliore


Parlare di sviluppo sostenibile con riferimento all’edilizia significa ridurre il più possibile l’impatto sull’ambiente di quella che rappresenta una delle principali attività dell’uomo. Ad iniziare dalle problematiche generali, come il fenomeno sempre più preoccupante del consumo di suolo, per arrivare a quelle più particolari, come garantire il benessere fisiologico degli abitanti sia a livello di agglomerato urbano che all’interno degli spazi confinati.


Sempre più importanti, nei prossimi anni, diverranno gli interventi di rigenerazione urbana e la capacità di incidere sul patrimonio edilizio esistente per ridurre l’eccesso di consumi energetici e migliorare le conoscenze dei materiali. Oggi ci impegniamo per un’edilizia sostenibile su due fronti principali:

 

1. prevedere l’utilizzo di materie prime e manufatti che nella loro produzione riducano gli impatti negativi sull’ambiente;

 

2. ottimizzare e migliorare le soluzioni per il risanamento del patrimonio edilizio esistente, per ridurre l’eccesso di consumi energetici e migliorare la fruibilità degli spazi attraverso un maggiore isolamento degli stessi.

Il progetto Green Generation

Grazie al progetto Green Generation la Ricerca & Sviluppo di Isolmant ha portato avanti negli ultimi anni studi approfonditi sulla possibilità di realizzare una schiuma di polietilene reticolata a base biologica, quindi da fonti di derivazione non fossile. Grazie a questa attività Isolmant oggi si impegna, in accordo con quanto previsto e richiesto dall’Agenda 2030, a inserire nella propria produzione materiali per l’isolamento acustico realizzati con una materia prima di origine non fossile.
L’approvvigionamento responsabile di materiali sostenibili supporta il contributo alla bioeconomia senza modificare il processo di produzione né le prestazioni/caratteristiche tecniche dei materiali.

Le ricerche sostenute dai nostri ingegneri hanno confermato il raggiungimento, per i prodotti realizzati con polietilene di derivazione non fossile, delle stesse qualità tecniche, prestazionali e di durabilità dei rispettivi prodotti creati a base fossile.

 

 

I principi del progetto Green Generation

 

• Ricerca continua sulle materie prime: utilizzo di materie prime all’avanguardia e alternative a fonti fossili;
Ottimizzazione della catena di approvvigionamento delle materie prime: salvaguardia del suolo, recupero di materia prima senza opere di deforestazione, utilizzo di fonti rinnovabili non in competizione con le colture alimentari;
Catena logistica sostenibile: approvvigionamento locale, certificazione delle materie prime, dei processi e dei prodotti;
• Diminuzione delle emissioni nocive: riduzione di CO2 e di consumi di energie non rinnovabili.

Produzione Sostenibile Certificata

ISCC è un sistema di certificazione leader a livello mondiale che ha l’obiettivo di contribuire all’implementazione di una produzione e di un uso sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale ed economico di tutti i tipi di biomassa nelle catene di approvvigionamento globali.

 

La certificazione ISCC conferma i più elevati requisiti di sostenibilità per la catena produttiva, logistica e distributiva di Isolmant. Inoltre certifica tutta la catena di approvvigionamento a garanzia della provenienza sostenibile delle materie prime realizzate da fonti non fossili, ovvero da materiale rinnovabile bio-circular derivante da scarti da selvicoltura (senza deforestazione) e non in competizione con la catena alimentare.

 

L'origine delle materie prime

L'ottimizzazione dei processi produttivi per lo sviluppo sostenibile

Il nostro polietilene Isolmant Serie R è realizzato grazie all’utilizzo di residui di lavorazione di altre filiere produttive che altrimenti andrebbero smaltiti senza ricreare valore.

 

Attraverso l’ottimizzazione di altri processi produttivi è quindi possibile recuperare scarti utili che si trasformano in materiali preziosi senza opere di deforestazione e senza utilizzare prodotti destinati all’industria alimentare.

Questi residui di lavorazione vengono successivamente sottoposti a un normale processo di polimerizzazione per arrivare alla produzione di un materiale plastico “naturale”, ovvero derivato da materie prime rinnovabili di origine non fossile.

L'ottimizzazione dei processi produttivi per lo sviluppo sostenibile