Isolmant per una residenza privata di Vedano al Lambro

Isolmant per una residenza privata di Vedano al Lambro

Isolmant per una residenza privata di Vedano al Lambro

In questa residenza privata in provincia di Monza e Brianza la richiesta era quella di ottenere una buona prestazione acustica per un pavimento in legno massello di Teck di spessore 20 mm installato sopra un sistema radiante a secco costituito da pannelli in xps da 25mm alloggianti i tubi. La tipologia di pavimento scelto dalla committenza non poteva essere posata in modalità flottante, tuttavia l’elevato spessore del pavimento in legno presentava una elevata resistenza termica tale da essere prossima al limite normativo del 15m2K/W.

Per ottenere la prestazione acustica desiderata che fosse però compatibile con le esigenze di efficienza energetica e stabilità meccanica del sistema è stato utilizzato uno strato resiliente termo-conduttivo viscoelastico a bassissima resistenza termica (≤ 0.01m2K/W) rivestito da uno strato adesivo per la posa flottante del parquet massello.

foto
foto
foto

Contenuti correlati

Superbonus: attenzione ai requisiti acustici

Per ottenere il Superbonus è necessario possedere e rispettare una serie di requisiti sia per gli interventi di efficientamento energetico sia per quelli di riduzione del rischio sismico, ma non tutti forse sono a conoscenza del fatto che si può usufruire dello sgravio fiscale solo se si rispettano in primis i vincoli legislativi, nazionali e regionali, previsti in ambito edilizio (Dps 380/2001), energetico (Dlgs 192/05) e di sicurezza (intesa sia come sicurezza sui cantieri sia come sicurezza anticendio). Da ciò ne deriva che per tutti gli interventi di riqualificazione è fondamentale rispettare anche i requisiti legislativi in materia di acustica, dal momento che i lavori di riqualificazione energetica e strutturale possono portare a una variazione di questi requisiti discostandosi da quanto previsto dal Dpcm 5 dicembre 1997. Quest'ultimo decreto, in particolare, si applica anche nei casi di ristrutturazione che prevedano il rifacimento anche parziale di impianti tecnologici, partizioni orizzontali o verticali (solai, coperture, pareti divisorie) e delle chiusure esterne dell'edificio (ad eccezione della sola tinteggiatura delle facciate). In caso, invece, di lavori parziali come ad esempio la sola coibentazione dell'involucro opaco di facciata, sembrerebbe invece sufficiente garantire un miglioramento acustico, e non un adeguamento ai valori di legge.

Smart working: bonus per i dipendenti e tanto bisogno di comfort per le proprie case

Una delle novità del Decreto Sostegni approvato dal Governo è la proroga per l'intero 2021 di un bonus destinato a tutti i lavoratori dipendenti alle prese con lo smart working. L'incentivo, infatti, mette a disposizione un importo di 516,46 euro per agevolare il lavoro da casa attraverso l'acquisto di prodotti come scrivanie, sedie, lampade e dispositivi elettronici per migliorare e rendere più adeguato l'ufficio "domestico".