13 Novembre 2018

Tutto quello che c'è da sapere sul muro del suono

Se i nomi Chick Yaeger, Andy Green e Felix Baumgartner non vi dicono nulla, forse non sapete proprio tutto sul fenomeno del muro del suono.

L'espressione "muro del suono" o "barriera del suono" è stata introdotta negli anni della Seconda Guerra Mondiale, periodo in cui lo sviluppo tecnologico nel campo dell'aviazione aveva portato allo studio del volo transonico la cui applicazione, però, registrava qualche problema, come nel caso del bombardamento in picchiata.

In altri casi gli aerei si distruggevano in volo incontrando un ostacolo: il muro del suono. Si parla di muro perché la resistenza dell’aria cresce sempre più con l’aumentare della velocità dell’aereo, e perciò diventa quasi un ostacolo fisico quando la velocità si avvicina alla soglia Mach 1, che corrisponde all'incirca a 1200 km/h al livello del mare e 1050 km/h a 1100 metri di quota. 

Quando un velivolo abbatte il muro del suono, si verifica il cosiddetto "boom sonico", il rumore generato dalle onde d’urto di un oggetto che viaggia a velocità superiore a quella del suono, con le molecole d’aria che non fanno più in tempo a spostarsi e vengono urtate dall'aereo

1947: superato per la prima volta il muro del suono

Era il 14 ottobre 1947 quando l'aeronautica militare americana infranse per la prima volta il muro del suono. Dalla base aerea di Edwards, in California, l'aerorazzo Bell X-1 pilotato dal generale Chuck Yaeger si alzò in volo e superò la velocità Mach 1. Yeager descrisse così la sua esperienza: «A un certo punto, l’ago del machmetro cominciò a oscillare salendo a 0,965 e di colpo superò il limite. Ma tutto era così tranquillo che mia nonna avrebbe potuto sedersi accanto a me a sorseggiare una limonata». 

1997: il primo record di velocità supersonica di un'auto 

Cinquant'anni dopo l'impresa di Yaeger, Andy Green, ex pilota inglese della Royal Air Force è diventato l'uomo più veloce della Terra. Nel deserto della Roccia Nera in Nevada, ai comandi del suo 'Thrust Ssc', spinto da due motori di un vecchio cacciabombardiere, Green ha raggiunto 1.222 chilometri l'ora, appena sopra la barriera del suono.  

2012: Baumgartner infrange la barriera del suono in caduta libera

Il 14 ottobre 2012, l'atleta austriaco Felix Baumgartner riesce a stabilire un nuovo record: essere il primo uomo a lanciarsi in caduta libera e superare il muro del suono. Lanciandosi da quasi 39mila metri d’altezza e aprendo il paracadute solo a pochi chilometri dal suolo, Baumgartner ha raggiunto una velocità di 1.342 km/h pari a 1,24 Mach.