17 Ottobre 2017

Rumori in casa: quanti tipi ne esistono?

Il rumore è generato dalla vibrazione delle onde sonore. I rumori in casa possono essere di diverso tipo: il rumore da impatto, detto anche di calpestio, solitamente riguarda la pavimentazione e coinvolge soprattutto i locali sottostanti alla causa del rumore. Il rumore aereo è costituito dai suoni fastidiosi che si trasmettono da un locale all’altro attraverso l’aria, come la voce, la musica o il funzionamento degli elettrodomestici. I rumori esterni sono suoni simili a quelli aerei, ma provengono dall’esterno dell’edificio. Il rumore degli impianti sono, invece, quelli che provengono da industrie, negozi o impianti a funzionamento continuo come le ventole di raffreddamento.

Tipologie di rumori molesti che disturbano la quiete

I rumori molesti sono tutti quei suoni che generano nelle persone una certa dose di fastidio. Facciamo alcuni esempi: in un ambiente abitativo di notte, in una discoteca, in mezzo alla natura con il fruscio delle foglie, il livello sonoro è di 20-35 dB. In un ambiente abitativo di giorno, il livello raddoppia, tra i 40 e i 50 dB. Il rumore di una sveglia o di un asciugacapelli tra i rumori in casa o quelli in autostrada sale a 80 dB e inizia a generare fastidio nella persona. Il passaggio di un camion o di un treno, il rumore di una motosega in azione o di un macchinario per l’industria, fanno crescere il livello sonoro a 90 dB e generano molto fastidio.

I rumori aerei e i rumori da impatto

I rumori più diffusi all’interno delle nostre abitazioni sono i rumori aerei e quelli da impatto. Il termine rumore indica, in sintesi, un suono che porta con sé caratteristiche più o meno evidenti di disturbo. L’unità di misura del rumore è il decibel (dB). Tra i rumori in casa, quelli più difficili da contrastare senza l’installazione di barriere acustiche, sono certamente i rumori aerei, ovvero quei rumori che si trasmettono da un locale all’altro attraverso l’aria, come la voce o il rumore degli elettrodomestici durante il loro funzionamento.

I rumori esterni e i rumori da impianti

I rumori esterni, che si propagano per via aerea dall’esterno verso l’interno, e i rumori da impianti, costituiscono un forte elemento di disturbo per la quiete di chi vive in un’abitazione. Gli impianti in questione, che possono essere a funzionamento continuo, come gli impianti di riscaldamento o condizionamento, oppure a funzionamento discontinuo, come l’ascensore, se non opportunamente isolati, possono recare estremo fastidio. Rispetto ai rumori in casa, i rumori esterni generano un disturbo maggiore poiché di livello sonoro generalmente più alto e sono difficilmente circoscrivibili senza interventi di insonorizzazione. Bisogna fare attenzione perché l’inquinamento sonoro, quando raggiunge gradi elevati, può portare ad ansia, sonnolenza diurna, irritabilità, stress, andando a incidere sulla qualità della vita.