27 Ottobre 2017

Cosa significa isolamento a cappotto

Intervenire per migliorare l’isolamento termico e acustico di un’abitazione spesso significa dover procedere con un isolamento a cappotto, il quale si applica alle pareti di un edificio utilizzando materiale isolante. I vantaggi portati da questo tipo di intervento vanno dalla riduzione dei rumori esterni verso l’ambiente interno, fino alla migliore performance termica della struttura, che consente di mantenere temperature stabili e allo stesso tempo impedisce a caldo e freddo di entrare nella struttura. È quindi una scelta che porta un considerevole risparmio economico, una volta ammortizzati i costi per l’installazione.

Come funziona l’isolamento a cappotto?

Applicare un isolamento cappotto significa applicare del materiale isolante alle pareti, interne o esterne. In caso di installazione di un isolamento a cappotto sulle superfici esterne, viene risolto il problema della perdita di spazio utile ai locali interni e quindi il rivestimento potrà essere consistente o meno a seconda delle necessità. Invece, se l’applicazione avviene sulle pareti interne, lo spazio abitativo verrà ridotto, ma si avrà un minore costo di installazione e si potrà decidere se intervenire su singole unità abitative o singoli locali, rendendo la soluzione completamente su misura, con notevole flessibilità.

Come si effettua la coibentazione termica di un edificio

La coibentazione termica di un edificio si basa su un principio molto semplice: il materiale applicato va a ridurre lo scambio di calore tra l’interno e l’esterno in tutte le condizoni climatiche. Il che significa che la coibentazione è utile sia per tenere all’esterno il freddo, sia per il caldo, così come aiuta a conservare all’interno il calore e il fresco. Il cappotto può essere sia di materiale minerale, che vegetale, che sintetico. L’isolamento a cappotto, per questo motivo, è considerata una tecnica di risparmio energetico.

I vantaggi del cappotto esterno

Il cosiddetto cappotto esterno, o cappotto isolante esterno, consiste nell’applicazione di materiale isolante sulla superficie delle pareti esterne, con l’obiettivo di migliorare l’isolamento termico e acustico di un edificio. L’isolamento a cappotto esterno deve essere applicato a tutte le pareti esterne. Questo non è un problema perché non si verificano perdite di spazio utile nelle abitazioni. Per lo stesso motivo, si può procedere all’applicazione di uno spessore maggiore, aumentando in questo modo le prestazioni. Il costo viene ammortizzato con una minore dispersione termica sia in estate che in inverno, facendo risparmiare sul riscaldamento e il condizionamento. Inoltre il cappotto non necessita di manutenzione.